Logo Associazione "Comunicazione Pubblica"

Marketing sociale
e comunicazione per la salute

Logo Coordinamento Nazionale Marketing Sociale
 
Newsletter - 142
novembre 2016
Powered by Scoop.it
The Health Equity Assessment Toolkit (HEAT) is a software application for use on desktop or laptop computers and mobile devices (minimum screen size of 7.9 inches recommended). It was developed to facilitate the assessment of within-country health inequalities. HEAT is organized around two main components:Explore inequality, which enables users to explore the situation in one country of interest to determine the latest situation of inequality and the change in inequalities over time.Compare inequality, which enables users to benchmark, i.e. compare the situation in one country of interest with the situation in other countries.Inequalities can be assessed using disaggregated data and summary measures that are visualized in a variety of interactive ways, including tables and graphs. Customized results can be exported and saved in different formats.
Revisione a cura di Silvia Francisci – Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute, Cnesps-Iss

27 ottobre 2016 - Quello dell'Italia è uno dei quasi 200 country profile messi a punto dai ricercatori del Global Burden of Disease Study 2015 (GBD 2015) sulla base di oltre 80.000 fonti di dati.

Secondo la rilettura della salute mondiale offerta dall'indice sintetico elaborato dal gruppo di lavoro del GBD 2015 (health-related SDG index) – che riassume in un punteggio da 0 a 100 la situazione nei diversi Paesi – l'Italia risulta al 20simo posto della classifica.

Nessuno degli indicatori italiani sta nella fascia di valori allarmante, ma la prestazione è globalmente sotto le attese e più deludente di quella emersa dal GBD 2010, valutata a partire da altri criteri e indicatori [vedi l'approfondimento dedicato al GBD 2010 su EpiCentro]. In generale, risultano raggiunti obiettivi che sono da considerare consolidati in nazioni industrializzate, relativamente alla mortalità infantile, alla nutrizione e alla qualità degli alimenti e alle condizioni igieniche, mentre il punto debole si riscontra nell'elevata prevalenza di obesità infantile. Il Servizio sanitario nazionale sfiora il punteggio pieno e, dal confronto con i punteggi delle altre nazioni, è uno dei fattori che aiuta l'Italia a rimanere nella fascia medio-alta della graduatoria.